Clafoutis al cacao e ciliegie




Sto approntando una serie di ricette per celebrare la grandiosità del mio albero di ciliegie!
Grazie super albero, quest'anno ci hai regalato tutto da solo, ben 35 chili di delizia senza volere niente in cambio, sei un caro amico e ti voglio davvero bene.
Siamo pieni di marmellata, ho messo a macerare altre ciliegie con lo zucchero così a Natale avremo lo sherry fatto in casa e poi ancora ciliegie sott'aceto per accompagnare gli arrosti.
Che meraviglia, mi sento davvero fortunata!
La prima ricetta è il clafoutis, un dolce francese tradizionalmente a base di ciliegie che ho voluto ingolosire ulteriormente aggiungendo il cacao amaro.
Ci sono almeno due scuole di pensiero che descrivono il clafoutis diversamente: una sostiene che somigli ad una frittata, e l'altra che somigli ad un budino.
La mia ricetta è budinosa, un perfetto dolce al cucchiaio, ma non vi nascondo che ho intenzione di verificare di persona come i francesi preparano questo dessert. A luglio sarò nuovamente a Parigi e non mancherò di risolvere l'arcano! ;-)
Clicca sul titolo per continuare a leggere...



Ingredienti per una teglia quadrata con lato di almeno 23/25 cm:


ciliegie fresche denocciolate, tante quanto basta per coprire il fondo della teglia
80 gr di zucchero di canna
3 uova
55 gr di farina
40 gr di cacao amaro in polvere
150 gr di panna liquida
300 ml di latte intero
2 cucchiai di kirsh o sherry
burro per imburrare la teglia
zucchero a velo per decorare la superficie del dolce


Scaldate il forno a 190 gradi e imburrate una teglia quadrata o rettangolare con il lato di almeno 23/25 cm. Mettete le ciliegie lavate e denocciolate nella teglia, non è necessario che vi specifichi una grammatura, devono essere sufficienti a coprire quasi interamente la superficie della teglia. Cospergetele con parte dello zucchero di canna e mettetele da parte.


Con il frullino elettrico sbattete le uova e il resto dello zucchero in una ciotola capiente quando la massa sarà densa e spumosa unite la farina e il cacao setacciati insieme e mescolate con cura. Incorporate in sequenza la panna, il latte e il liquore amalgamando bene il tutto. Versate delicatamente l'impasto sulle ciliegie.




Cuocete il dolce nel forno caldo per circa un'ora, finchè la pasta si sarà leggermente gonfiata e compattata nella parte centrale. I minuti di cottura sono variabili a seconda della grandezza della teglia e di conseguenza dello spessore del dolce. Io avevo una teglia più piccola e il dolce è risultato più alto, quindi mi è servita circa un'ora e mezza di cottura, al termine della quale il dolce era perfetto. Non dimenticate, dunque di controllare la cottura, trascorsa la prima ora, con uno stuzzicadenti.
Spolverizzate il clafoutis con lo zucchero a velo e decorate con altre ciliegie fresche denocciolate.
E' buono sia freddo che tiepido.



Peccato che sia finito già da un pezzo, perchè a rivedere le foto ne rimangerei un po' molto volentieri!


Lo sapevate che solo la versione con le ciliegie si chiama Clafoutis? Se desiderate farne una versione con altra frutta dovrete chiamarlo Flaugnarde!


L'interno è ancora più goloso...



Presto arriveranno nuove ricette con le ciliegie, alla prossima!
Un abbraccio, Liz.

JOIN CONVERSATION

2 commenti:

  1. Ma che buono anche in versione con cioccolato, molto goloso ! Buon lunedì !

    RispondiElimina
  2. Grazie Andreea e buon martedì! ;-)

    RispondiElimina