Torta araba al cacao e datteri


Qualche giorno fa sono riuscita a trovare i datteri freschi e mi sono messa alla ricerca della ricetta giusta per utilizzarli. Dato che sono un frutto tipico del nord Africa e del Medio Oriente ho cercato spunti utili su un bellissimo libro dedicato alla cucina dei Paesi che si affacciano sul mediterraneo e ho scoperto questa torta fantastica.
Morbida, umida, aromatica, è un dolce perfetto per qualunque momento della giornata, in particolare a colazione, inoltre è completamente priva di zucchero. Tutta la sua dolcezza è completamente affidata ai datteri e al miele, quindi è perfetta anche per chi vuole un dessert naturale senza usare prodotti raffinati.
Non preoccupatevi se non trovate i datteri freschi, in effetti non è facilissimo acquistarli nei comuni supermercati. Andranno benissimo anche i datteri secchi, la differenza è davvero minima, sia in termini di sapore che di consistenza del frutto.
Provatela, non ve ne pentirete!
Clicca sul titolo per leggere la ricetta...




Ingredienti:


150 gr di datteri snocciolati e tritati grossolanamente
1 cucchiaino di lievito per dolci
30 gr di cacao amaro in polvere
1 pizzico abbondante di sale
60 gr di burro
150 ml di acqua bollente
2 uova
1 cucchiaino di aroma ai fiori d'arancio
180 ml di miele tiepido (preferibilmente d'arancio)
180 gr di farina integrale

Mescolate datteri, lievito, cacao e sale in una terrina capiente. Fate sciogliere il burro nell'acqua bollente e versate sul composto coi datteri lasciando riposare per 20 minuti.



Preriscaldate il forno a 180 gradi.
Imburrate e infarinate una teglia da plum cake di media grandezza e sbattete le uova con l'aroma ai fiori d'arancio usando le fruste elettriche finchè il composto non risulti chiaro e cremoso.
Scaldate leggermente il miele a bagnomaria finchè non sarà tiepido e amalgamatelo gradualmente alle uova alternando con la farina integrale. Unite il tutto al composto coi datteri e mescolate bene.




Versate l'impasto nella teglia precedentemente preparata e cuocete per 45/50 minuti, controllando la cottura con uno stuzzicadenti, se risulterà asciutto il dolce è pronto.
Sfornate la torta e fatela raffreddare completamente prima di toglierla dalla teglia.






A presto, Liz!

JOIN CONVERSATION

11 commenti:

  1. particolare come sempre e bellissima da vedere e mangiare con gli occhi!
    nadiab55

    RispondiElimina
  2. Chissà che buona, sto scoprendo l'uso di questo frutto nel dolci, conferisce un sapore dolce senza eccedere con altri tipi di zuccheri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero, infatti in questa torta non c'è zucchero, nè farina raffinata. E pensa che è la ricetta originale, non l'ho modificata per renderla più salutare.

      Elimina
  3. Fantastica!!!!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Manu, grazie! Se potessi te ne offrirei una fetta!

      Elimina
  4. Immagino che buono con i datteri anche perché qualche volta lo fatto anche io magari in modo diverso, ma sempre buono. Il tuo cake e molto invitante e a momenti arriva l'ora di merenda. Che buono con una tazza di the !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andreea, mi sono divertita molto nello scoprire questa ricetta, ma ti assicuro che mangiare il dolce è stato ancora meglio! ;-) E' una torta ottima anche col caffè!

      Elimina
  5. Mi ha incuriosita e ispirata. E' da un po' che trovo in giro i datteri, compresi quelli freschi. Spero di trovarne ancora per poterla provare, altrimenti ripiego su quelli secchi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola! Provala, sono curiosa di avere un tuo riscontro. Come dicevo nel post, la differenza tra dattero fresco e dattero secco è davvero minima, quindi se non dovessi trovarne di un tipo, opta senza remore per l'altro! Un saluto.

      Elimina
  6. Thank you so much Natalie!

    RispondiElimina