San Patrizio: Green Velvet Cupcakes


Oggi ho festeggiato anch'io San Patrizio con una colazione tutta in verde: tè verde e Green Velvet Cupcakes, una versione "sanpatriziesca" della famosissima Red Velvet, la torta rossa che si prepara senza usare lievito chimico, ma con bicarbonato e aceto.
Ho provato anche ad usare l'olio al posto del burro, e sono davvero ottime!
Passiamo alla ricetta...
Ingredienti per 8/10 cupcakes (pirottino regular):

180 gr di farina
150 gr di zucchero
2 cucchiaini di cacao
1/2 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1 uovo
50 ml di olio di semi
50 ml di latticello (ovvero latte con 1 cucchino di succo di limone)
1 cucchiano di aceto chiaro o di mele
1 bustina di vanillina
colorante verde

Cominciamo montando l'uovo con lo zucchero in una ciotola ampia finchè non avranno assunto un bel colore chiaro.
In una seconda ciotola mescolate gli ingredienti secchi: farina, cacao, sale.
Con l'aiuto di un setaccio, unite i secchi all'uovo montato precedentemente.
Amalgamate al composto prima l'olio di semi, poi il latticello e aromatizzate con la vanillina.
Colorate di verde l'impasto raggiungendo la gradazione di colore che più preferite.


Scegliete dei pirottini in tinta...


...e preparate tutto per il nostro "lievito magico"!
Mettete in una tazzina il bicarbonato e aggiungete l'aceto, immediatamente inizierà a "frizzare" ed è quello il momento di aggiungerlo all'impasto. (E' un'operazione così veloce che è impossibile da fotografare!)


Dividete l'impasto nei pirottini e infornate a 180 gradi per 20 minuti circa.


Ed ecco le nostre tortine, visto che potenza il lievito?
Dopo averle fatte raffreddare su una gratella, tagliate le cupolette che sporgono troppo e tenetele da parte per la decorazione.


Preparate un semplice frosting al Philadelphia (trovate la ricetta qui) e scegliete il beccuccio che preferite.
Qui ho usato un beccuccio a stella chiusa.


Fate un bel ricciolo sulle vostre cupcakes e decorate facendo cadere qualche briciola d'impasto verde, ecco perchè vi ho chiesto di conservare le cupolette. Dai, adesso potete mangiarle! ;-)
Conservatele in frigo e prima di assaggiarle aspettate che siano tornate a temperatura ambiente.
BUON SAN PATRIZIO!!!!!
Liz


JOIN CONVERSATION

10 commenti:

  1. Bellissima questa rivisitazione dei Red Velvet cupcake (prima o poi mi dovrò decidere anche io a farli!!). Sono stata a Londra proprio lo scorso w.e. ed era pienissimo di trifogli ad ogni vetrina :-). Che bello tutto quel verde!!
    Complimenti, Liz!
    A presto, LaGio'

    RispondiElimina
  2. Ciao liz! come sempre divini i tuoi cupcakes...un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Eh, il fascino di Londra in queste occasioni si fa sentire! Io spero di tornarci presto. Hai assaggiato le cupcakes in giro per la città?

    RispondiElimina
  4. Grazie Giulia, un abbraccio anche a te!!!!

    RispondiElimina
  5. Ciao Liz!!!
    No...non ho assaggiato nessuna cupcake perché mi frena sempre il fatto della crema di burro (non sono ancora pronta). Quel che è certo è che mi sono rifatta gli occhi a vederli in alcune vetrine e sulle bancarelle del Borrough Market dove, tra l'altro, se non ci sei ancora stata, ti consiglio di fare un salto!! è fantastico!!!
    Un bacione!!!

    RispondiElimina
  6. E' vero! Il frosting è davvero burroso, ma gli impasti sono morbidissimi. Quello di Hummingbird è così leggero che una volta scartata la tortina dal pirottino, non capisci come faccia a tenersi intera! Invece a Parigi nelle cupcakerie in cui sono stata ho notato che aggiungono spessissimo panna montata al frosting così è più leggero.

    RispondiElimina
  7. Sull'impasto di Hummingbird hai ragione!! E' diventata la mia base preferita e ti ringrazio tantissimo per avermela fatta conoscere ;-) deliziosa e leggera!

    RispondiElimina